lunedì 15 dicembre 2008

La prima presentazione - resoconto



Alla fine ce l'ho fatta: sono stata seduta davanti a un pubblico a parlare del mio libro!
E' una bella soddisfazione "aver allargato" un po' la cerchia dei lettori; e sono anche stata abbastanza brava nell'organizzazione/gestione della presentazione (viva la modestia!). Una cosa che mi è venuta bene, anche se non me lo aspettavo, è la realizzazione delle dediche: più o meno tutte personalizzate!
E adesso devo trovarmi altre occasioni per presentare. Intanto ho spedito il mio libro a mezzo mondo; speriamo che a qualcuno piaccia.







giovedì 11 dicembre 2008

Cosa dirò?

E domani la prima presentazione! Sono un pò nervosa, sopratutto perché ancora non so bene che cosa dirò... e non ho nemmeno molto tempo per pensarci, in verità. Andrò a braccio e m'impappinerò, come al solito...

sabato 6 dicembre 2008

Nuove prospettive

Oggi è stata una giornata creativamente positiva. Ho ritrovato la mia ispirazione perduta (speriamo che resti con me almeno una settimana prima di ripartire per i lidi lontani che a volte frequenta) e pertanto ho scritto un sacco; e inoltre ho individuato con chiarezza le mie prossime mosse editoriali, cosicché ora ho una strada da seguire. E' un bene avere le idee chiare su qualcosa in questo periodo un pò confuso, nel quale la mia vita (ma anche quella di chi mi circonda, a quanto vedo) ha subito un nuovo cambiamento. Non so ancora se sia positivo o negativo; questo semplicemente perché ancora non mi sono organizzata completamente; ma mi sto dando da fare.
Intanto, scrivo. Bentornata, parola.

venerdì 5 dicembre 2008

E si presenta!!!!!

Ecco, ufficialissimo sin da un po', ma diamone comunicazione certa: venerdì 12 dicembre presentazione del mio libro a Villanova di Camposampiero (PD) ore 20.45.
Presenterà la giornalista Germana Cabrelle e suoneranno i ragazzi del Quinetto dell'Orchestra di Fiati di Cadoneghe (grazie!).
Devo pensare a cosa dire, ma prima dovrei riuscire a staccarmi dal quello strumento del diavolo che è Facebook...

martedì 25 novembre 2008

Alla conquista di Google

Se si digita su Google il titolo del mio romanzo, "Il Tesoro della Città Eterna", si ottengono 5500 risultati circa, di cui una decina riguardano effettivamente il mio libro.
So che detta così sembrano pochi, ma in realtà appaiono tutti i siti delle maggiori librerie on-line, e anche quelli di librerie on-line un po' più piccole...
E' una bella soddisfazione vedere il proprio libro in rete!
La cosa più bella comunque è vedermi inserita tra tutti gli altri scrittori italiani nel sito del Centro del Libro (http://www.ilpianetalibro.it/moduli/titoli/titoli.jsp?s=10&Lettera=Z&Tipo=1&dataPubblicazione=1008).
E intanto cominciano ad arrivarmi commenti. Per ora sono tutti abbastanza positivi; qualche critica c'è, è inevitabile, ma si tratta di osservazioni costruttive.

sabato 15 novembre 2008

Presentazione n°1

Pare che avrò la mia prima presentazione, a Villanova di Camposampiero (Padova), il 12 dicembre, anche se la data non è ancora certa. E pare che ci saranno ospiti di un certo riguardo...
Devo cominciare a prepararmi!

domenica 9 novembre 2008

Chiari, fiera della microeditoria

Ieri sono andata in questo posto, a vedere questa fiera. E' stata un'esperienza interessante. A parte il fatto che ero in ottima compagnia, ho conosciuto tanti piccoli editori ma, sopratutto, tanti scrittori emergenti. Passando per gli stand capitava che una persona ti fermasse e t'infilasse a forza in mano un libro dicendoti: "ehi, questo l'ho scritto io! E' molto bello! Parla di...." eccetera.
E' un pò il destino di tutti gli scrittori emergenti promuoversi anche in questo modo.
E' stata anche un'occasione celebralmente stimolante. Ero andata lì, a parte che per interesse personale (e per incontrare un pò di gente :) ) anche e sopratutto per il mio lavoro, che da qualche mese è diventato quello di organizzare presentazioni di libri; non ultima la mia, direi. L'ho già pensata nei minimi dettagli. Devo solo trovare un luogo e una data per metterla in atto... è la mia prossima missione!

martedì 4 novembre 2008

Tante idee

Ho un sacco di idee bellissime per romanzi e racconti, ma non ho tempo.
Sto dietro da quest'estate a un raccontino che finora ha 32 pagine word , e ancora non so come andrà a finire. Un paio di settimane fa ho sentito uno scrittore che parlava del "superamento della china": ovvero sia, quando si scrive a un libro a un certo punto si capisce esattamente come la storia andrà a finire, e da lì in poi la scrittura diventa un fluido naturale. Ecco, per il raccontino in questione io la china non l'ho nemmeno vista da lontano; è ancora avvolta da una fitta coltre di nubi. Non è un buon segno, se consideriamo che io puntavo a scrivere più o meno 25 pagine e ho già sforato di 7... se continuo a lasciare i personaggi liberi di fare ciò che vogliono finirà per venirmi fuori un romanzone da 500 pagine!

Cmq, tra una/due settimane dovrebbero arrivarmi a casa alcune copie del mio "Il tesoro della città eterna". Confesso che sono molto ansiosa di averlo tra le mani! E poi devo farmi un elenco delle persone giuste cui regalarlo...

L'altro giorno ho conosciuto Federico Ghirardi. Lui ha pubblicato il suo primo libro "Bryan di Boscoquieto" con una casa editrice grandissima, la Newton&Compton. Che risate quando abbiamo confrontato le nostre tirature iniziali :)

giovedì 30 ottobre 2008

Ci piacevano i Gansendrosis

Siccome prima che una scrittrice sono una lettrice, ne approfitto per segnalare un bel libro di un fantastico scrittore esordiente, che non ha proprio nulla da invidiare a gente più affermata.
Il libro in questione è "Ci piacevano i Gansendrosis" di Luca Ducceschi, vincitore del premio "Le fenici" 2008 delle edizioni Montag.

La trama presa dalla quarta di copertina:
" Seconda metà degli anni novanta: è l'estate della morte di lady D. e dei primi gol italiani di Ronaldo. Per Stefano, Marco, Gigio e Corto sarà anche l'ultima estate di un'epoca sguaiata e veloce come un assolo di chitarra, trascorsa inseguendo i miti dei vecchi partigiani e dei nuovi idoli della musica dura. Tra sbronze e fumate in compagnia, i quattro amici capiranno che certi vuoti non possono essere riempiti dalle icone sulle t-shirt e da canzoni con cui rimpiangere i bei tempi. Ma anche che in ogni epilogo può esserci un nuovo inizio, e che ogni nuovo inizio può portare a un nuovo finale… "

Che dire? Si legge tutto d'un fiato, e quando si arriva alla fine si rimane davvero sconvolti.
I personaggi sono incredibilmente realistici, tanto che potrei tranquillamente accostarli a molte persone che conosco.
E poi è un libro scritto meravigliosamente bene, con uno stile personale e fluido; e traspare da ogni riga la grandissima cultura dell'autore.
Davvero meraviglioso.
Se non sapete che cosa leggere, beh, cliccate sul titolo del post...

sabato 25 ottobre 2008

Confronti

L'altro giorno ho avuto un incontro ravvicinato con una casa editrice. Non perché io abbia firmato un contratto editoriale con loro (non ancora, ma non si sa mai... tengo le dita incrociate), ma perché li avevo invitati a una presentazione di un libro organizzata da me (prima o poi ci farò un post sopra, da qualche parte. Per informazioni www.myspace.com/villanovacreativa).
E' stato davvero molto interessante e illuminante. Sentire dalla viva voce di una casa editrice come lavora per un'esordiente è un'esperienza preziosissima; e poi questa è una casa editrice che lavora particolarmente bene...
Inoltre mi hanno raccontato che uno dei maggiori difetti che riscontrano negli esordienti che sottopongono loro un manoscritto è che molto spesso chi scrive tende a dare un sacco di cose per scontate, rendendo in questo modo ardua la comprensione del testo; e la cosa più inquietante è che lo scrittore lo fa senza nemmeno rendersene conto...
Ieri mentre scrivevo questo particolare mi è tornato in mente, e ho cominciato a fare attenzione; cosa che prima non mi era mai passata per la testa se non in modo vago e inconsapevole...

Sono molto soddisfatta di questo confronto con la casa editrice. Arricchente, senza ombra di dubbio.

sabato 18 ottobre 2008

Piccole case editrici, piccole distibuzioni

Ho comprato il libro di un mio amico: "Ci piacevano i Gansendrosis", di Luca Ducceschi, edizioni Montag (che per altro consiglio a tutti!)
Il mio rivenditore (nella fattispecie, il sito Libreria Universitaria) ha fatto un po' di fatica a procurarmelo.
Mi chiedo se dipenda da una bassa tiratura iniziale.
Certo è che le piccole case editrici hanno qualche difficoltà di distribuzione; o, meglio, misteriosamente le librerie hanno difficoltà a reprire i loro libri. Eppure i distributori esistono, e i libri sono tutti dotati di ISBN. Alla fine in qualche modo si riesce a procurarseli, ma è abbastanza faticoso.
Come fa in questo modo un esordiente a sperare di vendere qualche copia al di fuori della sua cerchia di conoscenti? Presentazioni a cascata sembrerebbe l'unica risposta; ma non è mica facile...

Mi chiedo se per il mio libro ci saranno le stesse difficoltà. Già il sito di Libreria Universitaria avverte che per averlo ci vorranno 15/20 giorni lavorativi...

Speriamo bene!

martedì 14 ottobre 2008

E sono su IBS...

Ho sempre pensato che sarei stata una scrittrice davvero arrivata quando sarei stata sul catalogo Mondolibri.
Per ora però posso benissimo accontentarmi di essere su IBS e su Libreria Universitaria, che decisamente sono la cosa più vicina a una libreria che posso permettermi.
Essere lì vuol dire che il libro è pronto; pubblicato.
Adesso bisogna rimboccarsi le maniche e venderlo...

Intanto ecco i link dove mi trovate:

http://www.libreriauniversitaria.it/c_power_search.php?shelf=BIT&q=valentina+capaldi

http://www.ibs.it/ser/serpge.asp?type=keyword&x=valentina+capaldi

martedì 30 settembre 2008

La copertina

Finalmente mi hanno mandato la bozza della copertina...
Questo vuol dire che manca davvero poco per avere il libro tra le mie mani!
Mi sono commossa al pensiero che quell'immagine jpeg tra breve sarà la copertina di un libro vero...
La trovate qui a fianco.

Il libro è invece già ordinabile al seguente sito: http://www.ilgiralibro.com/

lunedì 29 settembre 2008

Il tesoro della città Eterna

"Il tesoro della Città Eterna".
Questo il titolo del mio primo e, per ora, unico libro, in uscita da 0111 Edizioni nel mese di ottobre (si spera...).

Posto la quarta di copertina e un piccolo assaggino...

Kay Richards, investigatore privato, conduce un’esistenza volutamente squallida, fatta di mediocri casi da seguire e tanto alcol; ma questo prima che Amelia Tornabuoni entri nel suo ufficio, portandogli ragazze da salvare, fidanzati gelosi con cui fare i conti, malvagi ometti e guardie del corpo di ben poche parole; oltre a un favoloso tesoro nascosto nelle viscere della Città Eterna…
Da Padova a Roma e da Roma alla Svizzera, Kay si troverà costretto ad affrontare il suo passato e il suo futuro.


Ed ecco l'assaggino:

Elena lanciò un’occhiata distratta agli avventori, e fece un cenno ad Anna.
“Hai visto com’è carino quello là? Quello con la camicia bianca e la cravatta rossa?” disse. Anna si volse a guardare: seduto a uno dei tavoli c’era un uomo sulla trentina che fumava una sigaretta. Aveva i capelli scuri, e indossava occhiali da sole. Le maniche della camicia erano arrotolate fino ai gomiti, il colletto era slacciato e il nodo della cravatta allentato. Sullo schienale della sedia era posata una giacca blu. Sul tavolo davanti a lui c’era un bicchiere di liquido ambrato, e nel posacenere diversi mozziconi di sigaretta.

mercoledì 17 settembre 2008

Mi presento

Buongiorno a tutti.

Lo so che finora non ho tenuto molto aggiornato questo blog, ma tenterò di rimediare da oggi in poi.
Io sono una scrittrice; sì, beh, una specie, in realtà. Finora ho pubblicato solo un libro che uscirà in ottobre; cmq è già un passo avanti...

Questo blog servirà per descrivere la mia "vita da scrittrice"; forse a qualcuno interesserà... boh?