sabato 25 ottobre 2008

Confronti

L'altro giorno ho avuto un incontro ravvicinato con una casa editrice. Non perché io abbia firmato un contratto editoriale con loro (non ancora, ma non si sa mai... tengo le dita incrociate), ma perché li avevo invitati a una presentazione di un libro organizzata da me (prima o poi ci farò un post sopra, da qualche parte. Per informazioni www.myspace.com/villanovacreativa).
E' stato davvero molto interessante e illuminante. Sentire dalla viva voce di una casa editrice come lavora per un'esordiente è un'esperienza preziosissima; e poi questa è una casa editrice che lavora particolarmente bene...
Inoltre mi hanno raccontato che uno dei maggiori difetti che riscontrano negli esordienti che sottopongono loro un manoscritto è che molto spesso chi scrive tende a dare un sacco di cose per scontate, rendendo in questo modo ardua la comprensione del testo; e la cosa più inquietante è che lo scrittore lo fa senza nemmeno rendersene conto...
Ieri mentre scrivevo questo particolare mi è tornato in mente, e ho cominciato a fare attenzione; cosa che prima non mi era mai passata per la testa se non in modo vago e inconsapevole...

Sono molto soddisfatta di questo confronto con la casa editrice. Arricchente, senza ombra di dubbio.

Nessun commento:

Posta un commento