giovedì 9 settembre 2010

Commerciabilità&Libertà

La domanda di oggi è: cosa rende un libro "commerciabile"?
Un romanzo può essere scritto benissimo e avere una trama perfetta, ma è sufficiente questo a far decidere a un editore di pubblicarlo?
Non lo so; il problema (il mio problema, ma anche quello degli altri scrittori) è che se non lavori nel mondo dell'editoria non puoi sapere che cosa piace al pubblico, che cosa va forte nel mercato. L'unica idea che puoi farti deriva dagli scaffali delle librerie, ma secondo me è abbastanza parziale, anche se comunque può aiutarti.
Per esempio, per andare sul sicuro potresti provare a scrivere di vampiri o di dei caduti sulla terra (tanto per rimanere nell'ambito del fantasy), solo che così incorri nel rischio del "libro costruito a tavolino": una cosa creata per vendere ma sostanzialmente priva di anima.
Forse il bello di pubblicare con case editrici piccole è che non t'impongono di scrivere un libro in un determinato modo e che tratti di un determinato argomento per renderlo più commerciabile, cosa che invece immagino accada con gli editori grossi.

1 commento:

  1. In realtà tutti gli editori, grandi e piccoli, prima di uscire con un libro si _devono_ porre la domanda, a meno di non essere o pazzi o con la fattura del tipografo già pagata (dall'autore?):
    “Ma questo titolo, quante copie venderà?”
    Però certo, le nicchie della microeditoria permettono comunque una certa libertà di movimento. Ricordo con orrore di aver letto di un modulo P&L (profit&loss), in un libro di dissuasione per principianti frettolosi di un editor americano. Pare che si vada in riunione con questo foglio tabellare che riassume la situazione di mercato esaminando i titoli più recenti della nicchia che si discute - così vien fuori che sullo scaffale trovi il libro che salta addosso al business (l'autore adolescente, il vampiro seccsi, lo stile bimbominkia) e Tomasi di Lampedusa viene rimbalzato da un rifiuto all'altro finché non muore e pubblica postumo il Gattopardo.
    È un mondo difficile.

    RispondiElimina