domenica 17 luglio 2011

Trittico Oscuro



TRITTICO OSCURO, di Carmelo M. Tidona
Lulu, 150 pagine.

Giudizio: 4/5


Quattro stelle piene piene per questo libro. Non ne ho date cinque solo perché lo stile è un po' ridondante, nel senso che c'è un uso eccessivo di avverbi e aggettivi.
Si tratta di tre racconti collegati tra loro da un filo così stretto che in realtà possono essere considerati un romanzo unico.
L'aspetto più originale è l'ambientazione. Siamo nel futuro, in una società dove la magia è ormai di uso comune, tanto è vero che viene utilizzata anche in senso industriale, per produrre oggetti in serie. Tuttavia c'è anche chi la usa per scopi non leciti, tipo conquistare il mondo, e così un dipartimento speciale della polizia si occupa di vegliare sugli abusi magici.
Nei tre racconti compaiono una serie di personaggi che, nominati di sfuggita nella storia precedente, assumono il ruolo di protagonista in quella successiva. Sono personaggi fatti davvero bene, ottimamente caratterizzati, e di sicuro rappresentano il punto di forza del libro, dato che in fondo la trama non è molto complessa e fino alla fine sembra anche un po' sfuggente.
Devo dire che c'è una certa tendenza all'horror, considerando che appaiono zobie, vampiri, negromanti, succubi e demoni.
In conclusione, "Trittico Oscuro" è un ottimo esperimento letterario a cui vale la pena di approcciarsi.
Io ho letto l'edizione di Lulu.com, ma se non sbaglio nel 2009 il libro è stato pubblicato da Zerounoundici Edizioni.

Nessun commento:

Posta un commento