lunedì 8 agosto 2011

A Song of Ice and Fire


Durante queste vacanze, che in realtà sono state un denso viaggio nel nord europa, sono riuscita a leggere solo un libro, ovvero sia l'ultimo di quanto pubblicato finora in Italia delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco di George R.R. Martin. Dato che finalmente sono arrivata a questo punto, mi sembra il momento di spendere due parole su questo lungo ciclo letterario, sopratutto a beneficio di chi non l'ha ancora letto.
Innanzitutto vi do la cronologia.
Nei più recenti piani di Martin il ciclo completo dovrebbe comporsi di sette libri, e finora ne sono usciti cinque:
1. A Games of Thrones
2. A Clash of Kings
3. A Storm of Sword
4. A Feast for Crows
5. A Dance With Dragons (inedito in Italia)
In Italia l'opera è edita da Mondadori e da Urania. Mondadori è l'edizione più facile da trovare. Hanno diviso i libri originali perché troppo lunghi, al punto da ottenerne ben nove da quattro:
1. Il trono di spade
2. Il grande inverno
3. Il regno dei lupi
4. La regina dei draghi
5. Tempesta di spade
6. I fiumi della guerra
7. Il portale delle tenebre
8. Il dominio della regina
9. L'ombra della profezia
"A song of ice and Fire" (che in abbreviazione possiamo chiamare semplicemente ASOIAF)è un complesso fantasy cavalleresco, denso di avvenimenti ma, sopratutto, di personaggi. La situazione iniziale è la seguente: le terre dell'ovest, i cosidetti Setti Regni, sono governati da un unico re, Robert Baratheon, che ha strappato il trono con una guerra alla legittima dinastia Targaryen. Il Trono (di spade, dato che materialmente è una sedia ottenuta dalla fusione di molte lame)ha diversi vassalli, i quali a loro volta hanno altri vassalli. Questo dà vita a un'immensa profusione di personaggi; tanto per farvi capire, alla fine di ogni libro c'è un'appendice di più di cento pagine che li elenca tutti, suddividendoli per casate.
Spesso perciò, durante la lettura, troverete persone che non avete mai visto prima, oppure che sono state nominate di sfuggita ma di cui non vi ricordate assolutamente. Primo consiglio: prendete la cosa per buona e andate avanti, perché c'è da impazzire a ricostruire l'esatta posizione familiare di ogni personaggio.
Comunque i protagonisti si possono suddividere in quattro gruppi:
- Gli appartenenti alla Casa Stark, vassalli diretti del Trono di Spade che reggono il nord;
- Gli appartenenti alla Casa Lannister, fose la più importante dei Sette Regni (la regina stessa, Cersei, è una Lannister);
- I Guardiani della Notte, uomini che giurano di difendere la Barriera, un'enorme muraglia di ghiaccio che si estende da est a ovest all'estremo nord dei Sette Regni e che tiene lontani dei mostruosi esseri provenienti da lande ghiacciate, gli Estranei;
- Daenerys Targaryen, l'ultima sopravvisuta della sua dinastia, che dalle terre oltre il mare lotta per poter tornare a casa e riprendersi il suo trono.
Detta così, in realtà, è molto semplicistica. Ci sono talmente tante relazioni da descrivere che non è nemmeno ipotizzabile il poterci riuscire.
La forza di ASOIAF comunque sono i personaggi, perché a pensarci la trama non è così eccezionale; in sostanza non fanno altro che uccidersi tra di loro per stabilire chi debba regnare.
Martin è un maestro nel costruire le personalità; anche quelle dei personaggi minori sono sempre precise e peculiari. E' molto aiutato dal fatto che scrive dal punto di vista interno; intendo dire che ogni capitolo è narrato dal punto di vista di un diverso personaggio.
La scorsa primavera, sull'emittente statunitense HBO è andata in onda una serie tratta dal primo libro, Games of Thrones, che peraltro è fatta molto bene e ha avuto un grande successo di pubblico. Verrà trasmessa in Italia in autunno da Sky.
A metà luglio è uscito il quinto libro, A Dance with Dragons, che Martin ha completato dopo ben cinque anni dalla pubblicazione del capitolo precedente. Probabilmente, stando alle notizie che si leggono in giro, da noi verrà diviso in tre parti, la prima delle quali dovrebbe arrivare sempre in autunno.

Nessun commento:

Posta un commento