venerdì 24 febbraio 2012

Nuovo libro per Jk Rowling

Sembra che Jk stia scrivendo un nuovo libro, stavolta per adulti (come se gli ultimi Harry Potter fossero per bambini, poi).
Basta digitare su Google "Jk Rowling nuovo libro" e trovate la notizia.
Ha cambiato casa editrice; lei dice di averlo fatto perché è un libro completamente nuovo e con un target diverso. Ciò che mi chiedo è perché Bloomsbury abbia deciso di mollare una scrittrice da milioni di sterline come lei.
Vabbé, comunque sia attendiamo con ansia questo nuovo libro, su cui verranno forniti dettagli nei prossimi mesi. Chissà se troverò risposta alla domanda che mi sono posta dopo aver chiuso I doni della Morte: riuscirà JK Rowling a scrivere qualcos'altro che sia all'altezza di Harry Potter? Perché non è possibile avere per due volte un'idea così buona.
Sono proprio curiosa. Forza, Jk, stupiscici!

mercoledì 22 febbraio 2012

Viole(n)t red


VIOLE(N)T RED, di Laura Costantini e Loredana Falcone
Bietti Media, 240 pagine, € 16,00

Giudizio: 5/5
Da leggere: se vi piaccioni i thriller a tinte forti


A Chicago c'è una serial killer che uccide i maniaci sessuali dopo averli sottoposti ad atroci sevizie e che colora le loro labbra con una tonalità particolare di rossetto, Violet Red; per questo i giornali, con un gioco di parole, la soprannominano Violent Red.
La squadra Vittime Speciali è chiamata a indagare; l'agente Lanee Marler, il tenente Valerio Greyford e il capitano Ian Vernon dovranno smontare i sospetti che ricadono sulla loro nuova collega, Sandy Delano.
Un thriller molto bello, molto teso, che non ti molla fino alla fine.
Gli eventi si susseguono rapidamente l'un l'altro, in un crescendo di pathos. Questo è aiutato anche dal fatto che non c'è una classica divisione in capitoli; la storia va avanti come se fosse un unico racconto, con solo una riga bianca tra i vari paragrafi.
Forse le idee non sono proprio originali, ma comunque il libro si legge con molto piacere.

domenica 19 febbraio 2012

UnLibroUnFilm: The Hitchhiker's Guide to the Galaxy

IL LIBRO

The Hitchhiker's Guide to the Galaxy, di Douglas Adams, 1979.
Ultima edizione italiana: Mondadori, 1999, col titolo "Guida galattica per autostoppisti"

IL FILM

The Hitchhiker's Guide to the Galaxy, 2005, di Garth Jennings.
Con Martin Freeman, Zooey Deschanel, John Malkovich

"Guida Galattica per gli autostoppisti" è un piccolo cult, uno degli esempi meglio riusciti di fantascienza umoristica.
Primo volume di una "trilogia in cinque parti", è la trasposizione in libro dello sceneggiato radiofonico scritto dallo stesso Douglas Adams e trasmesso dalla BBC a partire dal 1978. Dopodiché i romanzi si sono discostati dalla radio e hanno assunto vita propria. Sono quindi cinque; a "Guida Galattica per gli Autostoppisti" fanno seguito "Il ristorante alla fine dell'Universo", "La vita, l'Universo e tutto quanto", "Addio e grazie per tutto il pesce" e "Praticamente innocuo". A questi si aggiunge "E un'altra cosa...", scritto non da Douglas Adams, morto prematuramente, ma da Eoin Colfer. In Italia dovrebbero essere stati tutti pubblicati da Mondadori nella collana "Strade blu".
Il giovane inglese Arthur Dent si sveglia una mattina e trova delle ruspe gialle nel suo giardino, in procinto di distruggergli la casa perchè lì dovrà passare una superstrada.
Questo tuttavia è l'ultimo dei suoi problemi. Infatti la Terra intera sta per essere distrutta perché di là dovrà passare (incredibile coincidenza) una superstrada galattica. Arthur, del tutto ignaro di questa minaccia, viene salvato all'ultimo secondo dal suo amico Ford Perfect che si rivelerà originario della stella Beltegeuse. Ford chiede un passaggio alle navi distruttrici e trascina Arthur in un folle viaggio galattico.
Incontreranno il cugino di Ford, il presidente della Galassia Zaphod Beeblebrox, che assieme alla sua ragazza umana Trillian ha rubato un'avanzatissima astronave che viaggia grazie a un motore a improbabilità. Con loro c'è anche Marvin, un robot perennemente depresso. I tre sono alla ricerca della domanda alla risposta fondamentale, che è stata data dal supercomputer Pensiero Profondo. La risposta è 42.
Arthur va alla scoperta della Galassia guidato dalla Guida Galattica per gli Autostoppisti, di cui Ford Perfecit è un'autore.
La Guida è una sorta di libro computer che dà le risposte a qualsiasi quesito un viaggiatore galattico possa avere. Il suo successo è dovuto alla scritta rassicurante che porta sul retro: "Don't Panic!"
Per farvi capire che cos'è questo libro vi lascio il link di Wikiquote con le citazioni migliori:
Frasi migliori da Guida Galattica per Autostoppisti
Il film è del 2005, ma la sceneggiatura è stata comunque scritta da Douglas Adams (scomparso nel 2001). Fino ad allora, infatti, nessuno era riuscito a poratarlo sullo schermo.

giovedì 16 febbraio 2012

Consigli di lettura per carnevale

LA REALTA' E IL SUO ENIGMA, di Maria Lidia Petrulli, Zerounoundici Edizioni
Un gioco di fantasmi, proiezioni e allucinazioni tormentano la protagonista; le vicende vengono giocate da passaggi continui dalla realtà a quella dei mondi paralleli, espediente che permette ai personaggi di andare alla ricerca del loro Graal, la strada su cui essere se stessi. L'ambientazione permette una critica anche al modus vivendi attuale e cerca di prospettare nuove vie da seguire. Nel corso del suo viaggio, la protagonista viene guidata da personaggi del tutto particolari, eccentrici e con grandi passioni, provenienti dai mondi paralleli e la risoluzione dei vari misteri che vengono aperti, si avrà soltanto alla fine, nel cimitero di Montmartre.

KUSHIEL'S TRILOGY, di Jacqueline Carey, Tea Edizioni
Se non fosse per una macchia scarlatta nell'occhio sinistro, Phèdre sembrerebbe adatta a entrare come schiava a Casa Valeriana, i cui adepti vengono iniziati al dolore. Ma un nobile enigmatico riconosce in quella macchia un segno inequivocabile: il Dardo di Kushiel, il marchio che contraddistingue le "anguissette", coloro che amano la sofferenza per natura e non per costrizione. Così Phèdre viene educata nell'arte di dare piacere e subire la sofferenza fisica, ma viene addestrata anche ad osservare, ricordare e analizzare, diventando in questo modo un'abilissima spia. E sarà proprio lei a intuire un complotto per destabilizzare il regno...

NOTRE DAME DE PARIS, di Victor Hugo
L'arcidiacono di Notre-Dame, Claude Frollo, si innamora della celebre danzatrice zingara Esmeralda. Incarica perciò il grottesco campanaro della cattedrale, il gobbo Quasimodo, di rapirla. Ma il capitano Phoebus de Chateaupers la trae in salvo e conquista il suo amore. Frollo uccide Phoebus facendo ricadere su Esmeralda la colpa del delitto. Quasimodo intanto, commosso da un atto di gentilezza di lei, diventa quasi un suo schiavo e la conduce a Notre-Dame per proteggerla. Dopo una serie di peripezie, Esmeralda verrà catturata e fatta impiccare sotto gli occhi di Frollo, che osserva impassibile l'esecuzione. Quasimodo, disperato, ucciderà Frollo e poi, con il cadavere della donna tra le braccia, si lascerà morire a sua volta.

martedì 14 febbraio 2012

Mastodon


MASTODON, di Nox A.M. Ruit
Casini Editore, circa 790 pagine, € 22,90

Giudizio: 4/5

Da leggere: se vi piacciono le ucronie e avete un debole per l'Impero Romano


Gli Dei camminano sulla terra attraverso i Rivelati, uomini toccati dalle divinità e dalle stesse utilizzati per scopi non sempre chiari.
In un Basso Impero Romano ucronico, Branwen è un consacrato di Apollo che si troverà coinvolto in una misteriosa vicenda legata a Dioniso. Accompagnato dalle sue guardie del corpo (Lucio, Egle e Juba), viaggierà attraverso le province periferiche alla ricerca del fantomatico Ventre della Madre, mosso come un burattino dal volere degli Dei.
Mastodon è un'ucronia con molti elementi di heroic fantasy; tanto per dirne una, è pieno di antri oscuri popolati da mostri mitologici che i personaggi abbattono a colpi di spada.
Da un certo punto di vista, comunque, è stato come studiare di nuovo Storia del Diritto Romano, anche se con più azione. Difatti vengono utilizzati con molta precisione i termini che descrivono l'organizzazione burocratica e militare dell'Impero; per fortuna alla fine c'è un glossario.
La domanda è: mi è piaciuto?
In realtà sì, perché è originale e ben scritto, anche se c'è qualche difettuccio tipico di un esordio: punto di vista ballerino e una certa fretta nella conclusione.
Branwen è un personaggio fenomenale. Si tratta di un Caledone che proviene da oltre il Vallo di Adriano, quindi un barbaro. All'aggressività unisce una certa dose di follia, provocata dal tocco di Apollo che è devastante. Il risultato è una specie di orso ringhioso che va avanti caparbio per la sua starada prendendo a spallate tutto e tutti. Man mano che la narrazione prosegue, però, si scopre che ci sono molti altri elementi che lo definiscono a tutto tondo.
Anche gli altri personaggi sono interessanti, sebbene alcuni abbiano meno spazio di quanto avrebbero meritato. Per esempio, mi sarebbe piaciuto più approfondimento di Juba, un giovane numida ex gladiatore.
Molto lodevole è lo spazio che viene dato ai personaggi femminili, che con una trama del genere avrebbero potuto invece finire relegati in secondo piano.
Nonostante la sua mole il libro non è autoconclusivo, perciò attendo con ansia il seguito.

sabato 11 febbraio 2012

Amore di Fata - Capitolo 1

Pensavo da qualche tempo alla trama di un romanzo da pubblicare a puntate sul blog e finalmente mi è venuta una buona idea.
Ecco quindi, per chi avesse voglia di leggerlo, il primo capitolo di "Amore di fata".
Si tratta di un romanzo di genere fantastico, diciamo un urban fantasy con elementi da commedia romantica molto disneyana.
Cercherò di pubblicare un capitolo ogni due settimane, ma mi autoconcedo la possibilità di ritardare.
Non vi do nessuna anticipazione sulla trama per evitare spoiler; sarà una sorpresa volta per volta. Comunque temo che le copertine saranno sempre anticipazioni di ciò che troverete nel capitolo.
Ovviamente siete liberi di criticare ciò che leggerete, ma vi chiedo il favore di essere costruttivi.
Cliccate sull'immagine per raggiungere il file.