martedì 10 aprile 2012

UnLibroUnFilm: Memoirs of a geisha

IL LIBRO

Memoirs of a geisha, di Arthur Golden, 1997
Ultima edizione italiana: Tea, 2008, col titolo "Memorie di una geisha"

IL FILM

Memoirs of a geisha, 2005, di Rob Marshall.
Con Zhang Ziyi, Ken Watanabe,Gong Li, Michelle Yeoh

Memoirs of a geisha, popolarissimo romanzo dello scrittore statunitense Arthur Golden, narra delle vicende di Sayuri, geisha a Kyoto prima e durante la seconda guerra mondiale.
Il romanzo ha gettato un po' di luce sul segreto e riservatissimo mondo delle geishe dato che, sebbene la storia sia tutta inventata, s'ispira liberamente alla figura di Mineko Iwasaki, una delle più famose geishe del Giappone moderno.
Tra lei e Arthur Golden è sorta una controversia per violazione di una clausola contrattuale che imponeva all'autore statunitense di non citarla nel romanzo; inoltre Golden rappresenta le geishe come prostitute d'elité, circostanza che ha offeso Mineko Iwasaki, dato che le geishe sono ben altro.
Quindi, se volete un bel romanzo avvincente e commovente leggete "Memoirs of a geisha". Se invece preferite una testimonianza realistica puntate sul libro scritto dalla stessa Iwasaki, che in Italia è stato edito da Newton e Compton con titolo "Storia proibita di una geisha".
Passando alla trama del romanzo, ho già detto che la protagonista è Sayuri, una bambina venduta a un'okyia (casa delle geishe) di Kyoto ed educata da Mameha, una popolarissima geisha in conflitto con un'altra donna altrettanto bella, Hatsumomo.
Sayuri ha una caratteristica particolare, ossia gli occhi color grigio tempesta, circostanza molto rara tra i giapponesi. Per questo, e grazie anche alla sua bellezza e alla sua grazia, diventa una delle geishe più popolari di Kyoto. Il suo amore viene conteso tra due uomini, il Presidente di una grossa società e il suo braccio destro, Nobu Toshikazu. Purtroppo interverrà la guerra a complicarle la vita.
Credo che gli elementi più affascinanti del romanzo siano quelli che riguardano la vita quotidiana delle geishe: non solo la loro educazione, ma anche la vestizione, il trucco, l'acconciatura, e tutti quei piccoli gesti apparentemente casuali ma in realtà studiati nei minimi dettagli.
E' un libro che si finisce molto in fretta e rimane impresso; infatti, nonostante lo abbia letto diversi anni fa, me lo ricordo abbastanza bene.
Quando è uscito il film, nel 2005, era in corso la trilogia wuxia di Zhang Yimou (Hero, La Foresta dei pugnali Volanti e La Città Proibita), in cui recitavano tutte e tre le bellissime attrici che fanno parte anche del cast di "Memoirs of a Geisha". Sono due cinesi (Zhang Ziyi e Gong Li) e una malese (Michelle Yeoh), circostanza che ha suscitato un po' di critiche proprio per il fatto che non fossero giapponesi.
Per la sua interpretazione Zhang Ziyi ha vinto l'Oscar come miglior attrice in un film drammatico.
La colonna sonora è di John Williams.
Qui potete vedere una scena molto bella.

Nessun commento:

Posta un commento