martedì 2 giugno 2015

La figlia del diavolo



LA FIGLIA DEL DIAVOLO, di Anna Maria Pierdomenico
Book Sprint Edizioni, 145 pagine, 12,90 euro
Genere: avventura (pirati)
Voto: 4/5


Questo libricino, arrivatomi da una catena di lettura, è stata una piccola sorpresa, perché non sempre dalle catene di lettura arriva roba buona.
La Figlia del Diavolo di cui nel titolo è Rebecca Morante, piratessa in quel di Cartagena a cavallo tra '500 e '600.
Il tema del romanzo è abbastanza classico ed è trattato in maniera abbastanza classica: pirati dei Caraibi, governatore spagnolo perfido, riscatto morale e vendetta (se volete un romanzo sui pirati molto meno classico leggete Tim Powers, Mari Stregati). Tuttavia la storia ha diversi risvolti che la rendono interessante.
La protagonista, Rebecca, è figlia di un pirata divenuto tale perché accusato ingiustamente di omicidio dal malvagio governatore De La Cruz.
Per liberare il padre, catturato dagli spagnoli, Rebecca salva dalla forca Ramon Fernandez, capitano della fortezza in cui il pirata Morante è rinchiuso.
Questo è solo l'inizio di una trama che vira e ruota in diversi colpi di scena affatto banali.
C'è un certo talento in questa scrittrice e si sente.
Anche il background storico, che pure è appena accennato, quanto meno è accennato bene. Certo, non aspettatevi i classici romanzi di mare in cui si parla per termini nautici sconosciuti ai più. Qui il massimo cui si accenna è la poppa e la prua. Però non importa, per l'economia della storia va bene così, è altro ciò su cui il lettore è portato a concentrarsi. Se volete un romanzo sulle navi leggete Salgari (La Figlia del Corsaro Nero, ad esempio).
Forse il romanzo è troppo breve, le cose accadono troppo in fretta e senza il giusto approfondimento, ma riprendendolo un attimo in mano se ne potrebbe trarre una cosa molto buona.

Nessun commento:

Posta un commento