martedì 29 settembre 2015

Serial Kinder



SERIAL KINDER, di William Silvestri
Watson Edizioni, 260 pagine, € 10,00
Genere: giallo grottesco
Voto: 5/5

A Napoli, nel circolo/balera di quattro vecchi bacucchi, viene ritrovato il cadavere fatto a pezzi di una giovane brasiliana.
Fin qui tutto normale, se non fosse che il delitto riporta la firma del serial killer Cozzolino, morto in prigione anni prima.
Un emulatore?
Le indagini del commissario Duraccio conducono all'arresto del figlio di uno dei soci del circolo, Peppe.
Per provare l'innocenza del ragazzo, i quattro bacucchi decidono di indagare per i fatti loro.
Un romanzo inteliggente e divertentissimo questo di William Silvestri, napoletano trapiantato a Verona.
A parte la trama che non è complessa ma comunque ben gestita, è proprio lo stile che cattura.
Intanto, l'idea dei vecchi bacucchi ha già in sé un gran fascino; e poi l'autore interviene in continuazione, rompendo la barriera che lo separara dal lettore e portandolo per mano in una storia prorompentemente partenopea, tra vicoli e vecchie betoneghe, come si dice da noi.
Ottima proprietà di linguaggio e un'accuratissima ricostruzione delle parlate dialettali conferiscono al romanzo una marcia in più.

Nessun commento:

Posta un commento