mercoledì 6 luglio 2016

Segnalazione. Odio di Andrea Ferrari

Oggi segnalo il romanzo di un giovane autore (tra parentesi, ha la mia età)  che esordisce con un romanzo di narrativa dal linguaggio un po' pulp dal titolo "Odio".
Si tratta di un romanzo d'invenzione ma fortemente introspettivo da parte di un autore che annovera tra i suoi scrittori preferiti Welsh e Bukowsky (che a solo norminarli uno s'immagina donne con le gambe aperte, anche se non c'entra nulla).
L'editore è 96 Rue de la Fontaine, una casa editrice nata appena un anno fa e quindi ancora tutta da scoprire.

ODIO, di Andrea Ferrari
96 rue de la fontaine edizioni, 90 pagine, € 11,00
Narrativa contemporanea

Andrea sembra incominciare senza particolari intoppi la sua vita. Tra avventure sentimentali e qualche incontro fuori dalle righe, troverà già in giovane età la donna della sua vita. In seguito, però, tutto andrà per il peggio e tra fughe dall'Italia, lavori mal pagati e ricoveri in strutture psichiatriche, dovrà affrontare la desolazione che attanaglia chiunque approcci questo mondo.
Il lavoro seppur inventato è fortemente introspettivo e attinge a piene mani dall'esperienza di vita dell'autore. Il linguaggio a volte spinto è una precisa scelta dell'autore.

L'autore
Andrea Ferrari, nato nel 1986 a Reggio Emilia, nella vita ha lavorato come disegnatore, operaio generico e magazziniere. Ha cominciato a dedicarsi alla scrittura nel lontano 2007 ma il primo romanzo risale a tre anni fa. Solamente nel 2016 ha raggiunto la pubblicazione. Tra i suoi scrittori preferiti vi sono Irvine Welsh e Charles Bukowski. Verso quest'ultimo nutre una particolare forma di venerazione.
Pagina Facebook del libro
Blog dell'autore

Dove acquistarlo:
Ibs
Libreria Universitaria
Amazon
Unilibro

Nessun commento:

Posta un commento