I Libri del Mese: ottobre 2017

Questo mese ho saltato ben due recensioni perché me le sono trascinate fino a oggi e, alla fine, ho deciso di fare direttamente il post dei libri del mese e parlare brevemente in questo contesto di due libri che ho letto.
Intato vorrei annunciare con orgoglio che questo ottobre ho letto ben tre libri e mezzo, il che non mi capitava da un po’; forse il metodo dei due libri alla volta sta funzionando.
Dunque, ho finito “Giù nel cyberspazio” (commento qui) e ho letto “Terra Ignota” (commento qui).
Poi ho letto “Insetti mutanti” e “A spasso con Bob”.
“Insetti mutanti” di Mike Tucker (Armenia, 219 pagine, € 12,50) è un romanzo della serie “Doctor Who”. Il Dottore e la sua compagna Clara arrivano in un paesino della campagna inglese nel quale è in corso un’infestazione d’insetti; insetti grandi cone cagnolini e decisamente pericolosi. I due scopriranno che l’origine di tutto è da riportarsi addirittura alla Seconda Guerra Mondiale.
Come per tutti i libri del Dottore non siamo di fronte ad alta letteratura, ma è pur sempre fantascienza avventurosa e piacevole da leggere. Sopratutto la prima parte, quella con gli insetti giganti, ricorda i vecchi b-movie horror e alcuni vecchi titoli della serie “Piccoli Brividi”.
“A spasso con Bob” (Sperling&Kupfer, 238 pagine, € 17,90) l’ho letto per un gruppo di lettura sul Writer’s Dream. È un libro che ha venduto una cosa tipo 7 milioni di copie e ci hanno fatto pure un film. La storia (vera) è quella del musicista di strada inglese James Bowen e del suo gatto Bob, che lo ha aiutato a risollevarsi da una vita sgregolata.
Nemmeno questo è un capolavoro della letteratura, ma riporta una fotografia della lotta di una persona per riprendersi la sua vita e fa passare vari messaggi, tra cui quello che la necessità di prendersi cura di qualcun altro costringe in primis a prendersi cura di se stessi. È carino da leggere se vi capita tra le mani.
Questo mese poi sono tornata a comprare libri come vi ho già accenato nel post su Stranimondi (qui) e la settimana prossima faccio anche una capatina a Chiari e un altro almeno lo acquisto. Poi mi devo fermare perché davvero devo smaltire un po’ di coda.
Per quanto riguarda Chiari, a proposito, ho deciso di andare solo un giorno e da turista; Watson Edizioni non c’è, ma sarà presente Alcheringa (e quindi “Ranuncolo Giallo”) e Sad Dog (perciò “Oltre”). Se vi capita di acquistare uno dei miei libri e volete assolutamente farvelo autografare (perché proprio non sopportate di vivere senza il mio autografo) mi trovate in giro sabato.

Commenti