I libri del mese: marzo 2018

Marzo è stato un mese pieno e particolarmente lungo.
Le novità rilevanti sono state due: lo studio ha cominciato a guadagnare i suoi primi soldini e ho firmato un altro contratto editoriale.
Di questa cosa vi parlerò approfonditamente più avanti, perché a ora non ho idea di quanto ci vorrà per la pubblicazione. Posso dirvi che dopo un anno di ricerca ho avuto un sì in 15 ore dall’invio, quindi è tutta questione di trovare l’editore giusto.
Venendo ai libri letti, risulta solo “Il racconto dell’ancella” (commento qui) ma in realtà ho terminato anche la seconda stagione di Star Trek su “La pista delle stelle”. In vista di Torino voglio finire di leggere delle cose, quindi credo che la terza stagione dovrà aspettare ancora un pochino.
In marzo c’è stata la seconda edizione di “Tempo di Libri”, di cui vi ho parlato sia qui che qui. Ha portato nuovi contatti, il contratto di cui sopra e anche una piccola delusione professionale, a riprova che in Italia tutti sono contenti di darti un lavoro se non chiedi loro soldi in cambio.
Marzo è il mese dei rendiconti editoriali, che purtroppo sono sempre più deludenti di quanto uno si aspetta. Del resto perché le persone dovrebbero leggere il libro di un piccolo editore se non sa nemmeno che questo esiste? Sto riflettendo su questo concetto e vediamo se prima o poi riuscirò a tirarne fuori un’idea.
Aniway, manca un mese e mezzo a Torino. Io ho già una lista infinita di libri da comprare, e voi? Ricordatevi di passare allo stand di Watson Edizioni dove io vi aspetto con le mie novità!

Commenti